Le azioni di Walmart scendono dell’8% dopo il taglio delle previsioni di profitto del retailer

Danial Clark è un produttore esecutivo pluripremiato e in precedenza ha supervisionato notizie economiche, politiche e generali come produttore senior presso Fox Business, Reuters, Bloomberg TV e CNBC.

Le azioni di Walmart (WMT) sono crollate di oltre l’8% all’inizio delle contrattazioni dopo che il retailer ha sorpreso gli investitori tagliando le sue previsioni di profitto per il secondo trimestre e per l’anno in corso, dopo aver tagliato i prezzi per eliminare le scorte in eccesso. Anche le azioni di altri rivenditori, tra cui Target (TGT), Amazon (AMZN), Costco (COST) e Best Buy (BBY), sono scese dopo l’annuncio di Walmart.

Walmart ha dichiarato che l’inflazione sta portando gli acquirenti a spendere di più per beni di prima necessità come il cibo e meno per articoli a più alto margine come l’abbigliamento e l’elettronica. A maggio l’azienda aveva avvertito di avere troppa merce invenduta, costringendo a tagliare i prezzi nei suoi negozi e nella sua catena di magazzini Sam’s Club.

L’azienda ha dichiarato che gli utili per azione rettificati per il secondo trimestre diminuiranno di circa l’8%-9% e che gli utili per l’intero anno diminuiranno di circa l’11%-13%. In precedenza, Walmart aveva previsto che gli utili per azione sarebbero stati stabili o leggermente superiori per il secondo trimestre e in calo dell’1% per l’intero anno. L’azienda prevede un aumento delle vendite dei negozi comparabili di circa il 6% per il trimestre, rispetto alla precedente previsione del 4%-5%.

Walmart presenterà la relazione completa sul secondo trimestre il 16 agosto. Walmart è una componente del Dow e le sue azioni sono scese di circa l’8% quest’anno prima del crollo di martedì.