Il concorrente di FICO afferma che gli incassi medici non pagati non sono un buon predittore

Ben Luthi scrive di carte di credito e finanza personale da sei anni e ha scritto, tra gli altri, per U.S. News, NerdWallet, CreditCards.com ed Experian. Ben ha sviluppato molte delle recensioni approfondite di Investopedia sulle carte di credito e si diverte a raccogliere e riscattare miglia e punti della carta di credito nella sua vita quotidiana e nei suoi viaggi internazionali.

Martedì scorso, VantageScore Solutions LLC ha dichiarato che non includerà più le fatture mediche che sono state mandate all’incasso nel suo modello di valutazione del credito, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal.

Il VantageScore, che è stato creato come joint venture tra le principali agenzie di rating, non è utilizzato come il punteggio FICO, ma la mossa si basa sulle recenti modifiche apportate dagli uffici di credito e può portare a cambiamenti più positivi in futuro.

Aspetti salienti

  • Il modello di credit scoring VantageScore presto non terrà più conto degli incassi medici non pagati nel calcolo dei punteggi.
  • La decisione arriva in seguito alle modifiche apportate dagli uffici creditizi per ridurre l’impatto delle riscossioni mediche sui file di credito dei consumatori.
  • La società di credit scoring cita il fatto che le fatture mediche in fase di incasso hanno uno scarso valore predittivo per quanto riguarda l’affidabilità creditizia di un consumatore.
  • L’azienda afferma che milioni di consumatori potrebbero vedere un aumento fino a 20 punti nel loro punteggio di credito VantageScore.

VantageScore compie il passo successivo del settore nell’affrontare il problema del debito medico

Nonostante l’ampia copertura assicurativa sanitaria negli Stati Uniti – più del 90% della popolazione ha una qualche forma di assicurazione sanitaria – circa il 9% degli americani ha debiti sanitari, secondo una recente analisi della Kaiser Family Foundation.

Tra i 23 milioni di persone in questione, tre milioni hanno più di 10.000 dollari di fatture mediche non pagate, e gli adulti di colore, le persone in cattive condizioni di salute e i disabili sono colpiti in modo sproporzionato.

Ma le fatture mediche non pagate non sono un buon predittore del fatto che una persona pagherà o meno i propri debiti, afferma VantageScore Solutions LLC, che è ciò che i punteggi di credito sono progettati per fare. Di conseguenza, il concorrente FICO ha deciso di non considerare più gli incassi medici non pagati nelle sue ultime versioni del punteggio di credito a partire da ottobre di quest’anno.

La decisione, tuttavia, non è arrivata all’improvviso. VantageScore ha iniziato a ridurre l’impatto delle fatture mediche su alcuni dei suoi modelli di valutazione del credito diversi anni fa.

A marzo, i tre istituti di credito nazionali, che hanno creato VantageScore come joint venture, hanno annunciato che avrebbero rimosso tutti i conti di riscossione medica pagati dai rapporti di credito, avrebbero esteso il periodo di tolleranza per la segnalazione da 180 giorni a un anno intero e avrebbero presto rimosso tutte le riscossioni mediche non pagate inferiori a 500 dollari.

Qual è il problema? VantageScore afferma che milioni di consumatori potrebbero ottenere un aumento del punteggio di credito fino a 20 punti e che più di 2.600 istituti di credito e altre istituzioni finanziarie utilizzano il suo punteggio di credito. Tuttavia, il suo concorrente, il punteggio FICO, è ancora il più utilizzato nelle decisioni di prestito. Sebbene questo sia un cambiamento positivo, potrebbe non avere un impatto diretto sui consumatori, almeno non nell’immediato.

Tuttavia, questo cambiamento fa avanzare l’iniziativa del settore dei rapporti di credito di gestire in modo più appropriato le fatture mediche. Ad esempio, il modello di punteggio FICO più recente esclude i conti medici e altri conti di riscossione pagati e, dopo la decisione di VantageScore di eliminare completamente le riscossioni mediche, FICO potrebbe essere il prossimo.