La Casa Bianca ha ampliato alcuni programmi per aiutare gli ex detenuti

Ben Luthi scrive di carte di credito e finanza personale da sei anni e ha scritto, tra gli altri, per U.S. News, NerdWallet, CreditCards.com ed Experian. Ben ha sviluppato molte delle recensioni approfondite di Investopedia sulle carte di credito e si diverte a raccogliere e riscattare miglia e punti della carta di credito nella sua vita quotidiana e nei suoi viaggi internazionali.

Martedì la Casa Bianca ha annunciato di aver ampliato diversi programmi per offrire una seconda opportunità a coloro che sono stati incarcerati. Questi programmi sono stati concepiti per offrire una via di riabilitazione e di riscatto e per ridurre potenzialmente i crimini futuri.

La strategia comprende il rafforzamento della formazione professionale e dei piani di reinserimento nelle carceri federali, il finanziamento della forza lavoro, l’accelerazione del ripristino dei benefici per i veterani, il miglioramento delle opportunità educative e altro ancora.

I punti chiave

  • La Casa Bianca ha pubblicato una scheda informativa sul suo piano di riabilitazione dei cittadini precedentemente incarcerati.
  • Il piano prevede misure per rendere più agevole il processo di reinserimento dopo il rilascio e per rendere più facile per gli ex detenuti trovare lavoro, ottenere un’istruzione e altro ancora.
  • Il piano prevede anche una formazione professionale nelle carceri federali per aiutare i detenuti a prepararsi al rilascio.

L’amministrazione Biden offre un piano completo per i cittadini ex detenuti

L’amministrazione Biden ha illustrato i suoi piani per aiutare i cittadini ex detenuti a ottenere le opportunità necessarie per la riabilitazione e la redenzione, con la speranza di aiutarli a evitare il ritorno al crimine.

Il piano globale è un approccio su più fronti che comprende formazione professionale, opportunità educative e altro ancora. Ecco una sintesi di ciò che l’amministrazione intende fare:

  • Fornire una finestra di sei mesi dopo il rilascio per consentire alle persone di richiedere Medicare.
  • Espandere l’iniziativa Second Chance Pell, istituita nel 2015 per fornire borse di studio Pell agli studenti ex detenuti.
  • Dare agli ex detenuti un nuovo inizio per quanto riguarda le inadempienze dei prestiti federali, per rendere più facile l’accesso alle borse di studio Pell.
  • Rivedere le normative vigenti in materia di alloggi e fornire indicazioni su come il Dipartimento per gli alloggi e lo sviluppo urbano possa aumentare l’inclusività e le opportunità abitative per le persone con precedenti di arresto e condanna.
  • Stabilire una partnership tra il Dipartimento di Giustizia e il Dipartimento del Lavoro per fornire formazione professionale e piani di impiego e reinserimento personalizzati alle persone detenute nelle carceri federali.
  • Fornire sovvenzioni che offrano istruzione e formazione, esperienze lavorative retribuite, tutoraggio e sviluppo della leadership per giovani e giovani adulti coinvolti nella giustizia.
  • Fornire sovvenzioni che offrano formazione al lavoro, programmi di pre-apprendistato, formazione all’alfabetizzazione digitale e consulenza alla carriera prima e dopo la scarcerazione per gli adulti coinvolti nella giustizia.
  • Eliminare gli ostacoli ai prestiti SBA basati su precedenti penali irrilevanti.
  • Eliminare le barriere all’impiego federale per i candidati ex detenuti.
  • Ampliare l’accesso ai posti di lavoro nel Dipartimento dei Trasporti per gli ex detenuti e per le comunità storicamente emarginate.
  • Accelerare il ripristino dei benefici per i veterani e metterli in contatto con i servizi di reinserimento.
  • Fornire maggiori risorse ai datori di lavoro per quanto riguarda gli incentivi esistenti, tra cui i crediti d’imposta e i programmi gratuiti di bonding.

L’annuncio è stato dato durante il Mese della Seconda opportunità, istituito nel 2017 per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di sostenere le persone precedentemente incarcerate nel loro reinserimento nella società.