Mentre le giornate si allungano e il sole splende più alto nel cielo del pomeriggio, gli uccelli iniziano a chiacchierare e a fischiare tornando alle loro case del nord. La primavera ha abbellito i nostri cortili e spazi verdi. Non c’è momento migliore di questo, soprattutto perché stiamo rimanendo in casa per il bene delle nostre comunità, per approfondire un libro sul tema dell’ambiente. Ora che la maggior parte del trambusto delle città si è ridotto a qualche occasionale frequentatore di negozi di alimentari e a qualche persona che si rilassa al parco, si sono moltiplicati i casi di ritorno degli animali selvatici nel paesaggio urbano e gli spazi naturali in ambiente urbano sono diventati più puliti e abitabili per i nostri compagni di vita.

La resilienza della natura risplende in questi tempi incerti. Con questi sei autori si possono trovare storie di forza, meraviglia ed eccitazione, tutte orientate verso temi ambientali e modi in cui la razza umana può aiutare o danneggiare il nostro pianeta e noi stessi nel processo.

Questo elenco è disponibile anche su Bookshop.org, a beneficio delle librerie indipendenti. Vi invitiamo inoltre a sostenere la vostra libreria locale ordinando direttamente online. Hanno bisogno del nostro aiuto più che mai, e noi abbiamo bisogno che rimangano.

Barbara Kingsolver

I romanzi di Barbara Kingsolver si concentrano spesso sia sull’impatto del cambiamento climatico globale sui cittadini rurali di tutti i giorni sia su legami familiari intricati e tesi. I temi centrali dei suoi romanzi tendono a riguardare i cambiamenti nell’ambiente locale e i personaggi circondati da questioni politiche e sociali, molte delle quali ambientali. La Bibbia di Poisonwood, un libro che racconta di una famiglia missionaria che si trasferisce dallo stato americano della Georgia al Congo durante la lotta per l’indipendenza congolese negli anni Cinquanta, è di gran lunga il suo romanzo più famoso, ma i suoi romanzi più recenti, Flight Behavior e Unsheltered, riflettono i tempi incerti che ci aspettano e gli individui che scoprono le avversità e gli abusi nell’ambiente stesso in cui sono radicati.

Nei suoi scritti la Kingsolver si diverte a esplorare i diversi paesaggi dei luoghi in cui ha vissuto, tra cui l’Appalachia rurale, il Congo e l’Arizona. I suoi personaggi sono spesso alla scoperta delle ingiustizie climatiche nel proprio giardino, o lottano per capire il nuovo ambiente in cui sono arrivati. Ha anche scritto diversi racconti e saggistica sul periodo in cui ha vissuto esclusivamente con fonti di cibo locali e ha riflettuto sulle relazioni ecologiche tra l’uomo e la natura.

Mary Hunter Austin

Se avete letto Il solitario del deserto di Edward Abbey, allora dovreste leggere Il paese della piccola pioggia di Mary Hunter Austin. La Austin è stata una delle poche scrittrici naturaliste del XIX secolo. Ossessionata da tutto ciò che riguarda il deserto, osserva il misticismo, il fascino e la natura mortale del deserto del Mojave. Utilizzando immagini illustrative, incantevoli e ossessionanti tratte dal periodo trascorso nel deserto, Austin intreccia storie di un ambiente duro e invivibile con la flora e la fauna che hanno scelto e si sono adattate a sopportare queste condizioni implacabili.

Se avete bisogno di un motivo in più per leggerla, oltre a sostenere il legame dell’uomo con la natura e i diritti delle persone che la abitano, in particolare le tribù di nativi americani, è stata una sostenitrice dei diritti delle donne e degli immigrati. Ha prodotto ogni tipo di scrittura: opere teatrali, libri per bambini, saggi, saggistica. Scrisse sulla gestione dell’acqua, sul maltrattamento dei nativi americani e sulle ingiustizie e le restrizioni sociali della donna. La sua vita fu piena di difficoltà e fu anticonvenzionale in ogni senso. Visse in tutto il mondo, litigò spesso con John Muir e frequentò Herbert Hoover, H.G. Wells e Jack London. Le persone che ha influenzato vanno da Willa Cather all’importante fotografo di paesaggi Ansel Adams, fino a scrittori ambientalisti contemporanei come Gary Synder.

Michael Pollan

Per prepararsi alla primavera e all’estate e, probabilmente, a tutti i cibi migliori che torneranno di stagione, consiglio di leggere i libri di Micheal Pollan. Nei suoi numerosi libri, Pollan ha esplorato argomenti come l’addomesticamento del nostro cibo, il modo in cui il cibo può influenzare il nostro pensiero e come il moderno supermercato americano si sia evoluto includendo il mais in quasi tutto. Ha indagato su come le erbacce siano legate agli spazi che gli esseri umani occupano. In una prosa elegante e ben pensata, Pollan riesce a trasmettere come pensare in modo più critico alle importanti scelte alimentari che facciamo ogni giorno e ai modi in cui la natura, prodotto del cibo e del consumo, fa parte della nostra vita quotidiana.

Harriet A. Washington

Nei suoi libri precedenti, la Washington si è concentrata sul lavoro in campo medico, spesso analizzando il maltrattamento degli afroamericani dal periodo coloniale a oggi, i segreti del mestiere di medico e la destigmatizzazione della salute mentale. Tuttavia, nel suo ultimo libro la Washington si concentra su come le sostanze chimiche e gli inquinanti colpiscano in modo sproporzionato le comunità di colore in America come risultato del razzismo ambientale. La Washington scrive soprattutto dei modi in cui le sostanze chimiche possono influenzare bambini e adulti anche se sono esposti a meno della soglia stabilita. A differenza degli altri autori di questa lista, l’autrice si concentra maggiormente sugli effetti dannosi dell’uomo su se stesso e sulla terra.

Wendell Berry

Se avete già letto L’almanacco della contea di sabbia di Aldo Leopold, il prossimo libro della vostra lista dovrebbe essere quello di Wendell Berry. Sebbene l’ambiente sia quello delle fattorie tra le dolci colline del Kentucky e le rive in pendenza della valle del fiume Kentucky, Berry, proprio come Leopold, si concentra sulle norme culturali americane che circondano l’agricoltura, l’allevamento e la natura e le sue critiche rimangono degne di nota ancora oggi.

Berry è autore, poeta, saggista, attivista ambientale, agricoltore e critico culturale. Con approfondimenti sul movimento del ritorno alla terra negli anni ’70, riflessioni sull’agricoltura sostenibile e sull’illustrazione di uno stile di vita realistico per il futuro dell’agricoltura, Berry sottolinea il legame con la terra, l’agricoltura sostenibile e il radicamento nel proprio ambiente locale. Discendente da generazioni di agricoltori, sostiene con forza l’antimodernismo, la localizzazione e l’educazione dei contadini, sollevando questioni che l’abitante medio della città di oggi, inondato di nuove tecnologie e pubblicità di automobili che romanticizzano i paesaggi rurali, non potrebbe mai comprendere appieno.

Carl Hiaasen

Conosciuto per i suoi bestseller per giovani adulti come Hoot e Flush e per i temi del crimine, del mistero, dell’ambientalismo e dei politici corrotti, Carl Hiassen ha un libro per tutti, dai giovani agli adulti. Pieno di azione e avventura, Hiaasen ha alcuni dei migliori libri per imparare la giustizia ambientale e la conoscenza del territorio. Spesso i suoi libri sono ambientati nella natia Florida e utilizzano specie in via di estinzione o localizzate per informare la trama. Hoot è uno dei suoi libri preferiti. Ambientato in Florida, tre improbabili studenti delle scuole medie si uniscono per fermare la costruzione di una Pancake House in franchising nel bel mezzo dell’habitat dei gufi viaggiatori in via di estinzione.